SORRENTO – Un’opera d’arte. Un capolavoro che porta la firma di una società che dimostra di essere al top in Campania. La Sigma Aversa vince il titolo regionale Under 20. Un successo che conferma, per il secondo anno di fila, che il lavoro paga. Coach Ignazio Nappa, grazie al sostegno del presidente Sergio Di Meo, raccoglie i frutti di uno straordinario studio dei migliori talenti della nostra terra e regala alla città normanna una squadra perfetta che ha conosciuto fin qui solamente la parola vittoria. Dodici le gare disputate e altrettante vittorie. Un solo set perso in tutta la stagione e alla Final Four due secchi 3-0 che lasciano pochissimo spazio alle recriminazioni degli avversari. La Sigma Aversa è la squadra Under 20 più forte della Campania: lo dicono i numeri. Lavoro straordinario dell’allenatore Nappa ma anche del suo fidato collaboratore Pasquale Marrone: insieme hanno costruito una macchina da guerra. E stasera, al PalaTigliana di Sorrento, hanno visto Trani, Botti, Citro, Cocozza, Coppola, Auriemma, Malanga, Mele, Cefariello, Giordano, Famoso, Esposito, Marra, Simonelli, Monda e Sarno alzare la Coppa al cielo e qualificarsi, di diritto, alla fase nazionale di Agropoli che si terrà dal 31 maggio al 3 giugno.

PRIMO SET. La Sigma parte subito in quinta ed approfitta di una Folgore ancora fredda per riuscire subito a piazzare un break chiuso da Botti in diagonale che vale il +3 (4-1). Giordano e Cefariello sfruttano le mani del muro per portare Aversa sul +4 quando il tabellone dice 9-5. I centrali Malanga e Citro, serviti alla perfezione da Coppola dopo le ricezioni ottime di Marra, portano la contesa sul 14-9 e a questo punto l’allenatore napoletano richiama in panchina i suoi ragazzi per il secondo time-out (il primo ad inizio gara). Ma al rientro in campo break impressionante della squadra guidata da coach Nappa (due aces di fila di Coppola) e si arriva sul 21-12 quando Giordano trova il punto direttamente dai 9 metri. Entra in campo anche il secondo libero Monda per Marra. Ma il risultato non cambia: ci sono 12 set point quando il palleggiatore di Massa compie fallo di doppia. Chiude Botti in diagonale: si gira campo 25-13.

SECONDO SET. C’è un grandissimo equilibrio nel secondo parziale: il primo doppio vantaggio (6-4) è della Sigma grazie alla doppia del palleggiatore Evangelista. Ma la Folgore pareggia quasi subito con Minelli a 7 prima di lanciare, sempre Minelli, Massa verso il +2 (9-11). Ma il gruppo del presidente Sergio Di Meo prima pareggia e poi, nel momento decisivo, riesce a trovare un allungo che poi diventa decisivo perché i normanni portano a 3 le lunghezze di distacco dagli avversari napoletani (20-17). Il muro di Malanga e poi quello successivo di Cefariello permettono alla Sigma di chiudere quasi definitivamente il parziale (22-17). Botti regala 4 set point e Cefariello fa girare subito campo portando Aversa sul 2-0 con una bomba che fissa il 25-20.

TERZO SET. Partenza shock per la Folgore Massa nel terzo set: con Rocco Malanga al servizio la Sigma trova un break impressionante fino al 7-0 costringendo immediatamente coach Esposito a fermare il gioco per 30 secondi. E’ una montagna insormontabile per la squadra di Massa perché Aversa sbaglia pochissimo riuscendo addirittura ad aumentare il vantaggio quando Auriemma (scelto da coach Nappa ad inizio parziale al posto di Cefariello) tira una bomba nei tre metri per il 14-6. A questo punto l’allenatore normanno dà spazio anche ad Esposito e Monda, al posto di rispettivamente Botti e Marra. Aversa amministra e già inizia a pensare alla Coppa: l’invasione della Folgore regala 9 match point (24-15). A far gioire la Sigma è Terminiello che sbaglia il servizio e dice che Aversa è campione regionale Under 20.