CANTU’ – Si chiude col sorriso. Con un successo che da una parte conferma il terzo posto nella Pool B ma che da un’altra parte fa crescere il rammarico per un play off che era tutt’altro che impossibile. La Sigma Aversa si congeda dalla seconda stagione di Serie A2 con una bella vittoria in terra lombarda contro la Pool Libertas Cantù. Gara sicuramente diversa dalle altre per Santangelo e Robbiati: il primo è stato secondo opposto dei canturini nella stagione 2014-2015 mentre Robbiati l’anno scorso è stato uno dei protagonisti della prima entusiasmante annata in Serie A. Con questi tre punti cala il sipario quindi sulla Sigma Aversa: da domani ci sarà il ‘rompete le righe’ e quindi si inizierà a pensare al futuro. La palla adesso passa al presidente Di Meo che dovrà decidere quale debba essere il prossimo sogno da rincorrere della pallavolo aversana.

PRIMO SET. Grandissimo equilibrio nelle prime battute del parziale con Cantù ed Aversa che vanno avanti a suon di sorpassi senza riuscire a piazzare nemmeno un +2 fino al 12-14 che porta la firma dello schiacciatore bulgaro Simeonov che con una splendida pipe indirizzo il set verso la squadra campana. Il muro di Giacobelli riesce a garantire alla Sigma il +3 (15-18) che poi la Pool Libertas non riuscirà più a recuperare fino al 21-24 di Santangelo che passa in diagonale e regala tre set point. Ne vengono annullati due con Cominetti che ferma l’attacco normanno e sul 23-24 coach Bosco chiama time-out. Al rientro in campo c’è uno scambio lunghissimo con Cantù che crede nel pareggio ma a spegnere le speranze è Giacobelli che mura Caio ammutolendo il PalaParini che era tornato a credere nella conquista del set (23-25).

SECONDO SET. Subito un break impressionante della Sigma Aversa (0-5) e coach Cominetti corre subito ai ripari richiamando i propri ragazzi in panchina fermando il gioco per 30 secondi. I cinque punti di distacco tra le due squadre resistono fino al 9-14 siglato da Libraro ma poi viene fuori l’attaccante canturino Caio che piazza due aces di fila fino al 14-16 costringendo coach Bosco a chiamare time-out. Santangelo rompe l’incantesimo (14-17) e il muro di Simeonov (15-20) permette di rimettere le cose al proprio posto. Il muro di Vigil e il diagonale sempre del bulgaro garantiscono alla Sigma di allungare definitivamente (17-23). Due primi tempi di Vigil, il centrale spagnolo di Aversa, regalano il 2-0 alla formazione di Aversa (18-25).

TERZO SET. A questo punto la Pool Libertas Cantù molla la presa e praticamente lascia campo libero agli ospiti. L’ace di Vigil lancia subito la Sigma sul +2 (3-5) e da quel momento in poi non ci sarà più partita. Si va avanti con Aversa che conquista punto su punto la fine del parziale con l’ace di Libraro (12-19) che porta Cominetti a chiamare time-out ma non cambia l’esito del parziale che porta la squadra di Bosco ad avere ben 10 set point. I lombardi con Caio al servizio provano a compiere un miracolo fino al 19-24 ma poi arriva il punto decisivo del 19-25 col quale si chiude la stagione della Sigma Aversa.

POOL LIBERTAS CANTU’ – SIGMA AVERSA 0-3 (23-25; 18-25; 19-25)

POOL LIBERTAS CANTU’: Pellegrinelli ne, Monguzzi ne, Butti (L1), Cominetti 3, Gomes 13, Olivati, Danielli, Baratti 2, Frattini 4, Boffi ne (L2), Suraci 1, Alexander 17, Piazza, Robbiati 7. All. Cominetti. Ass. Redaelli

SIGMA AVERSA: Pinelli 3, Santangelo 15, Vacchiano ne (L2), Grassi ne, Vigil 7, Libraro 11, Simeonov 12, Catena ne, Montò ne, Baldari ne, Marra (L1), Giacobelli 7. All. Bosco. Ass. Passaro

ARBITRI: Giorgia Spinnicchia e Davide Prati